La Foca Monaca è tornata finalmente in Sardegna

A quasi cent’anni dalla sua ufficiale scomparsa dalle coste della Sardegna, si ripopolano le grotte del Bue Marino presso Cala Gonone dei simpatici mammiferi acquatici. A dieci anni esatti dalla costituzione del Parco Nazionale del Golfo di Orosei e dopo diversi attenti e minuziosi tentativi di reintegrazione, oggi il veloce musetto della Foca Monaca ha ripreso possesso delle famose grotte a loro intitolate. Grosso ė stato l’investimento da parte del Ente-territoriale-Ogliastra-Mare sull’ampiamento del vicino Parco Acquatico di Cala Luna con due nuovi giochi di scivoli di oltre 120metri per compensare della perdita in termini di presenze turistiche subite in seguito alla chiusura delle grotte ai turisti. Ma volete mettere la soddisfazione di vedere sfilare nel tubo sottomarino le amate Foche mentre nuotiamo liberi e felici nella piscina del Cala Luna Water Centre. Ricordo per i meno attenti che il tubo trasparente riporta gli amati baffettini di questi simpatici mammiferi nella loro grotta naturale dopo sei chilometri di tubi sotterranei costruiti dalla nota azienda Francese “Eau-Enterprise” che due anni fa ha inaugurato il più grande parco acquatico del mondo nell’Isola di Pasqua nell’Oceano Pacifico. (1468)