Avviato processo di chiusura dei McDonald’s in Sardegna, nasce “Tavola Sarda”

In seguito allo scandalo mondiale scoppiato l’anno scorso che ha coinvolto il grande Marchio americano, la Commissione sugli studi alimentari della Sardegna ha preso la decisione (unica in Europa) di far cessare l’attività degli oltre 25 centri di ristorazione con il marchio McDonald’s in Sardegna. Per evitare il licenziamento forzato degli oltre 320 dipendenti con relativi disagi sociali ed economici è stato attivato un progetto della durata massimo di un mese a decorrenza dal prossimo 15 Agosto dove si svilupperà un nuovo marchio d’impresa denominato “Tavola Sarda”, che andrà a sostituirsi in tutte le strutture esistenti del marchio americano. Saranno serviti piatti tipici della tradizione agroalimentare sarda a partire dal classico “pane e casu” a insalate di prodotti a chilometro zero. Alla riapertura della nuova catena di ristoranti fast-food-sardi farà da cornice una massiccia campagna pubblicitaria negli aeroporti, sono stati già attivati i contratti con le compagnia aeree  per offrire ai passeggeri in volo da e per la Sardegna assaggi delle specialità culinarie presenti presso “Tavola Sarda”. Estrapoliamo dal progetto di attuazione alcune righe che elencano i prodotti al momento Consorziati con il “Tavola Sarda”:
– Casizolu e creme derivate del Consorzio Montiferru
– Bottarga di Muggine di Cabras
– Miele di Sardegna
– Cooperativa dei Salumi di Terra Madre
– Produttori del pane Nuorese
– Birrificio Sardegna

Bandi di concorso per lo studio dell’immagine coordinata e per la adesione dei Consorzi Produttori sono disponibili nel sito dell’Ente di Sviluppo agroalimentare Sardegna. (25419)

36 thoughts on “Avviato processo di chiusura dei McDonald’s in Sardegna, nasce “Tavola Sarda”

    • CIao Susi, tutto assolutamente vero nel 2048! Non sto qui a spiegarti cosa hanno combinato perche nonostante la condanna esemplare a livello mondiale loro hanno fatto comunque ricorso, ma in Sardegna intanto…

      • Che ridere molte persone non riescono a cogliere l’ironia del sito, sono notizie che vengono dal futuro (nemmeno troppo lontano), ma comunque un futuro, magari un possibile futuro, o un “futuro giusto”. Ma il sito non riporta fatti realmente accaduti, meglio dire non ancora accaduti.
        Forse sarebbe meglio mettere un “disclaimer”

  1. ma sarà vero? premesso che il cibo spazzatura sia altamente tossico, che di salutare ci sia ben poco non capisco come si possa chiudere una catena di 25 “ristoranti” e riaprirli con prodotti made in Sardegna! Io non frequento i fast food ma se permettete possono anche propormi malloreddus e salsiccia che non ci metto piede comunque! E vorrei anche illuminarvi per quanto mi sia possibile su una questione: Il piatto sardo verrebbe venduto allo stesso prezzo di un panino? Credo proprio di no! é inutile cambiare, dire, fare che noi ci sappiamo fare ben poco con questi slogan…..

  2. Evviva…. visto che non ci rendiamo conto di quanto male faccia ….. ben venga e aiutiamo la nostra economia

  3. Tra qualche mese, dopo l’inaugurazione del “Tavola Sarda” vicino a casa mi prodigherò di chiedere ai turisti cosa ne pensano e posterò sul blog i loro commenti su prezzi e qualità del cibo…. non credo però che un pezzo di pane e formaggio possa costare più di un vecchio Cheeseburger imbrattato di ketchup…

  4. ma dai leggete prima di commentare… il blog si chiama 2048….!!!!! quello che viene scritto arriva dal futuro! però x la tavola sarda al posto di quella americana sarebbe bello che fosse il presente! ciao

  5. Sardegna 2048 punta il suo sguardo su un’ipotetica Sardegna del futuro. E’ poco sensato puntualizzare e polemizzare su ogni singola parola di ogni articolo. E comunque sono notizie di gran lunga migliori di quelle a cui siamo abituati da anni a questa parte!!!

  6. Per chi vuole, comunque, senza aspettare il 2048, il nostro Fast Food Sardo Malloreddus e Culrgiones Puddu’s (MeC Puddu’s) Vi aspetta a Santa Maria Navarrese e a Cagliari per deliziarvi con: Culurgioni Ogliastrini, Malloreddus, Ladeddos, Gathulis, Pistoccu friggiu, Bue Rosso, Carni Sarde, Salumi F.lli Puddu Oliena, Coccoi de Gerda di Gadoni, Pane Frattau, Pane Carasau, Sebadas, raviolini di ricotta, Birra Artigianale Sarda, Vino Cannonau di Jerzu e tante altre cose…magari un domani ci chiameremo MeC Puddu’s Tavola Sarda….a presto!!!!!!

  7. è grazie a cose del genere, rimbalzate, sharate in ogni dove nel web, nei social network come notizia reale, che man mano la gente perderà fiducia nell’informazione indipendente e cadrà di nuovo in quella di regime.

    viva la sardegna.
    astenersi ciarlatani

    • D’accordissimo con te… non ha caso nel 2048 le leggi che regolano l’utilizzo dei blog sono molto diverse e i social network sono del tutto spariti! Io ho appena finito di giocare a carte (a tressette per l’esattezza) con quattro amici reali, carte e birra sarda.

    • Le persone che condividono tale notizia spacciandola per vera, son le stesse persone che prendono per oro colato ciò che scrivono i giornali. Difficilmente una persona con un minimo d’intelletto e che si prende la briga di leggere possa farsi influenzare.

  8. Pingback: Il McDonald’s chiude in Sardegna? La bufala estiva della Tavola sarda a km zero | News Caffè

  9. Se è una bufala vuol dire che parliamo di mozzarelle. Se è vero vuol dire che la Sardegna “s’è desta” dal sonno. Però non sarebbe male se la nominata incriminata cedesse le strutture a una meglio qualificata TAVOLA SARDA. Ma a mio giudizio, è una mozzarella, oppure un aggiramento dell’ostacolo concordato a data 15 AGOSTO, mentre tutti si tuffano a mare, l’alta finanza ne approfitta per sottoscrivere, alla faccia di tutti.

  10. Ma perchè chiuderli ? Non ne trovo il senso , poi rimpiazzarli con ristoranti/agriturismi ! Sinceramente preferisco farmi del male mangiando un big mc che mangiare bottarga di muggine…

    • Che avevo detto? Nonostante si sappia che il fumo fa male, esisterà sempre chi, comunque, vuole fumare.

  11. Eh si!, Mi avete proprio fregato! Chiedo scusa ma non avevo mai visto questo blog, che ora sfoglierò con grande curiosità, essendo anche un’estimatrice di Orwell. Il 48 non è poi così lontano, diamoci da fare perchè sia come lo vogliamo! :-)

  12. Non hai divulgato, però, anche l’altra notizia del giorno: Babbo Natale esiste veramente. Ed anche gli elfi.
    Scherzi a parte, il cambiamento si può fare anche subito, se proprio vogliamo essere sinceri, non andando mai più a comprare quei prodotti. Il guaio è che non riuscirai mai a mettere d’accordo tutti. Pensa, per esempio, al fumo; tutti, fumatori e non, sanno che il fumo è pericolosissimo per la salute. Eppure c’è gente che fuma, incluso il sottoscritto, che è ben conscio dei rischi che corre. Tanto meno puoi sperare che l’attuale classe politica, serva del capitalismo, possa prendere una simile decisione. Ricorda che il presidente della regione è un certo Cappellacci, culo e camicia col suo amichetto Berlusconi, capo dei capitalisti mafiosi italiani.
    No, questa notizia non la leggeremo mai sui giornali, neanche tra mille anni se non cambiano radicalmente le cose.

  13. Pingback: Chiude Mc donald’s in Sardegna, ma nel 2048. | Quaderni socialisti

  14. Ma andate a quel paese ma che cavolo ve ne frega..se non ci piace non ci andate ma non venite a dirmi di non andare..spero che il signor mc Donals’s vi faccia causa e vi metta in mutande ******

  15. adoro la cucina sarda e la mangio tutti i giorni a casa mia, una volta ogni due mesi vado al Mac. il mio fegato e la mia linea sono a posto. il problema come per tutto è l’abuso.

  16. Oh danilo e ******** insieme a zedda e al gay pride che siete troppo toghi e state risolvendo tutto… pogaridari gia seisi a frori

  17. Pingback: Il McDonald’s chiude in Sardegna? La bufala estiva della Tavola sarda a km zero | Informare per Resistere

  18. per susy….. schifo di posti… ma perchè sei sicura che questi che andranno a sostituire i mc donalds… non saranno uno schifo di posti??? mah…

  19. Sono approdato per la prima volta al vostro sito da questo articolo, convinto si trattasse di una notizia reale. Mi è comunque piaciuto scoprire che trattate di notizie possibili, per non dimenticare il futuro… Gran bell’idea, complimenti!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>